News

ISH digital 2021 | Intervista a Donald Wich, AD di Messe Frankfurt Italia, e Alice Neotti, Responsabile comunicazione

Oggi incontriamo Donald Wich, AD di Messe Frankfurt Italia, e Alice Neotti, Responsabile comunicazione fiere internazionali. La prima settimana si chiude con risultati molto positivi: la partecipazione è di grande livello.

Si chiude oggi l’edizione di ISH digital 2021 e Cristina Mandrini intervista Donald Wich, AD di Messe Frankfurt Italia, e Alice Neotti, Responsabile comunicazione fiere internazionali, per sapere come è andata questa esperienza.

“Siamo molto soddisfatti perché siamo riusciti a proporre un prodotto valido anche se diverso dalla manifestazione fisica in una situazione di assoluta emergenza e di crisi di tanti settori, in primis quello fieristico. Dobbiamo ringraziare aziende, associazioni di settore e la stampa che ci hanno sostenuti. In tutto ci sono stati 373 espositori con una forte connotazione internazionale  – oltre il 50% – che hanno avuto ottimi riscontri in termini di contatti. Siamo nella media di adesione degli eventi digitali che si attesta sul 10-20% rispetto alla fiera fisica. Per quanto riguarda l’aspetto tecnologico di ISH digital era stato in parte già implementato nell’ottica originale di dover proporre un evento ibrido. Abbiamo poi deciso di spingere l’acceleratore sul digitale quando la situazione si è aggravata pur sapendo che a sacrificarsi sarebbe stato l’elemento umano. Fra due anni questa modalità non verrà abbandonata ma sarà un elemento arricchente della manifestazione fisica”, racconta Donald Wich.

“Anche nell’ambito della comunicazione è stata un’esperienza unica e ricca. Le aziende si sono impegnate tantissimo per costruire le loro vetrine in modo perfetto con tanti contenuti di alto valore. Per quanto riguarda gli eventi abbiamo riscontrato moltissimo interesse da parte anche della stampa. Abbiamo avuto oltre 400 rappresentanti della stampa specializzata internazionale che si sono accreditati e hanno potuto esplorare la piattaforma fin dall’8 marzo, data in cui è diventata accessibile anche per le aziende. Il valore aggiunto di questo tipo di modalità è la possibilità di potersi organizzare meglio la propria agenda focalizzandosi su temi mirati. La pianificazione è alla base della fruizione della fiera e la comunicazione e più immediata e meno dispersiva”, dice Alice Neotti.

Importante è ricordare che la piattaforma di ISH digital rimarrà aperta nel corso di tutta la prossima settimana. E fino alla futura edizione ci sarà la possibilità di accedere a tutta una serie di contenuti che le aziende aggiorneranno in rete nell’ambito di ISH Contactor. “Le aziende si ritrovano a operare in una dimensione temporale più ampia e duratura. E questa è una grande novità a cui non tutti sono preparati ma costituisce uno sprone per digitalizzarsi”, sottolinea Donald Wich.

production mode