Attualità

Rapporto Houzz&Home 2021: aumenta la spesa per la ristrutturazione di bagni e cucine

La voglia di ristrutturare casa continuerà a crescere fino alla fine del 2021. Diminuisce la percentuale dei proprietari che sceglie di pagare i propri progetti con le carte di credito a favore di una maggiore disponibilità di contanti.

La spesa per ristrutturare la cucina, uno dei locali che le persone amano di più rimodernare, è schizzata a +58% nel 2020, con una spesa media di 9.500 €, secondo quanto emerge dall’edizione 2021 della ricerca Houzz&Home, condotta su oltre 3000 persone intervistate in Italia.

Anche gli investimenti nel rifacimento del bagno, tra i locali che vengono rinnovati più spesso dai proprietari di casa, sono aumentati del 20%, fino a raggiungere una quota di spesa di 6000 € nel 2020, rispetto ai 5000 € del 2019. La spesa media complessiva rimane stabile a 20.000 €, sebbene i progetti con il budget più elevati (il 10% dei progetti più costosi) abbiano superato i 100.000 € e oltre nel 2020. Lo studio ha anche rilevato che il mercato delle ristrutturazioni continuerà a crescere nel 2021, con il 32% dei proprietari di casa che avvierà una ristrutturazione quest’anno, per un incremento di 7 punti percentuali rispetto ai 25% del 2019.

Se la pandemia aveva causato un momento iniziale di preoccupazione per il mercato delle ristrutturazioni, potrebbe in realtà aver ispirato nuovi progetti nelle persone che si stanno adattando ai recenti cambiamenti di vita. Una elevata percentuale di proprietari di casa afferma infatti di avere finalmente anche il tempo e i mezzi finanziari necessari per mettere in atto progetti a lungo rimandati negli anni scorsi,” ha dichiarato Marine Sargsyan, Senior Economist di Houzz. “Questa richiesta latente, insieme ai fondamentali di mercato di lungo termine permette ai proprietari di casa di investire nelle loro attuali abitazioni.”

Costretti a rimanere nelle loro abitazioni a causa della pandemia, i proprietari di casa in Italia hanno cambiato o hanno ristrutturato le loro abitazioni a seconda delle loro esigenze. Più di un terzo ha ristrutturato una casa acquistata di recente (35%) e le ristrutturazioni per adattare l’abitazione ai recenti cambiamenti di vita sono cresciute di 3 punti percentuali nel 2020 (27% rispetto al 24% del 2018). Un proprietario di casa su cinque afferma di aver ristrutturato invece di traslocare alla ricerca di una casa più adatta alle sue esigenze perché è un’alternativa più abbordabile (21%). La percentuale di proprietari di casa che afferma invece di aver voluto da sempre avviare un progetto di ristrutturazione e di aver trovato finalmente il tempo di farlo è cresciuta di 2 punti percentuali nel 2020 (19% rispetto al 17% nel 2018). Anche il numero delle persone che avrebbero da sempre voluto ristrutturare e hanno finalmente trovato i mezzi finanziari è aumentato (come riportato dal 19% dei proprietari rispetto al 18% nel 2018).

Se i contanti restano la principale forma di pagamento per le ristrutturazioni (61%) la percentuale di proprietari che sceglie di pagare i propri progetti con le carte di credito è diminuita del 23%(rispetto al 26% del 2019). La generazione X è più propensa all’utilizzo delle carte di credito rispetto ad altre generazioni, mentre i millennials fanno affidamento su donazioni o eredità per finanziare i propri investimenti nelle ristrutturazioni

production mode