Rubinetteria

CRISTINA Rubinetterie presenta FOIL nel servizio e nel nuovo video Backstage del Bagno Oggi e Domani

La nuova collezione di Cristina Rubinetterie si ispira nel nome e nella forma al mondo della barca a vela e dell’aerodinamica: leggera e slanciata la leva, caratteristica del rubinetto, da movimento all’acqua e la rincorre in un fluido gioco di sfiori e riflessi, che fanno di Foil un oggetto dinamico sia nella meccanica sia nell’estetica

Il servizio di copertina del Bagno Oggi e Domani n. 324 è dedicato al rubinetto Foil di Cristina Rubinetterie.

Foil appartiene a quella categoria di oggetti che il design ce l’hanno stampato addosso: nato dalla matita di Marco Pisati, il rubinetto si fa notare prima di tutto per l’armonia delle sue linee circolari e un po’ sfuggenti, curve e controcurve amalgamate tra loro in modo fluido così da accentuarne l’aerodinamicità dell’oggetto.

Durante il primo lockdown ho disegnato molto per curare l’anima, smontando e rimontando i miei schemi mentali e progettuali – ci confida Marco Pisati, che ha viaggiato da Firenze a Milano proprio per raccontarci questa novità che lo lega per la prima volta al brand Cristina Rubinetterie. – Foil è il risultato più interessante in questo senso, decisamente nuovo per quanto riguarda la mia produzione personale e dotato di un dinamismo diverso dal rubinetto tradizionale, senza però perderne di vista i necessari canoni tecnici per quanto riguarda altezze e proporzioni”.

La leva è protagonista: è l’elemento più slanciato che accompagna la bocca a si protende verso il fruitore. È un punto di contatto, di arrivo e di partenza: aziona il getto dell’acqua e vola via… Movimenti leggeri e giocosi che non hanno lasciato dubbi sulla scelta da fare tra le varie proposte presentate da Marco Pisati al management di Cristina Rubinetterie. “È stato un colpo di fulmine – ricorda Daniele Mazzon, direttore generale di Cristina Rubinetterie. – Ci ha colpito subito la composizione multipla di curve da cui prende origine Foil e che ne fa un prodotto fluido, slanciato e dinamico. Abbiamo apprezzato il gioco degli archi di cerchio che si incontrano generando dei movimenti, accentuato ancor più dall’oggetto più simmetrico che è la leva, che si innesta sul corpo. È un prodotto giovane, facile da leggere e da interpretare in chiave progettuale, ma nello stesso tempo è unico, grazie alla ricchezza di riflessi creati dalle sue superfici curve. Foil, secondo noi, sposa bene le dinamiche dell’acqua!”.

Leggi il nuovo numero del Bagno Oggi e Domani QUI. 

 

 

production mode