Attualità

ADI Design index 2020: la mostra a Milano all’ADI Design Museum

ADI Design Index nel nuovo ADI Design Museum. La mostra aperta fino al 20 giugno ospita i migliori prodotti del design italiano

All’inaugurazione sono intervenuti Lara Magoni, Assessore al Turismo, marketing territoriale, moda di Regione Lombardia, e Renato Galliano, Direttore Economia Urbana e Lavoro del Comune di Milano. Per ADI erano presenti il presidente Luciano Galimberti e la vicepresidente Antonella Andriani, con Francesco Zurlo, Comitato di selezione finale dell’Osservatorio permanente del Design ADI.

La mostra presenta una parte significativa dei prodotti selezionati dall’Osservatorio permanente del Design ADI, che sono stati 207 su 521 candidature, cui vanno aggiunti 32 progetti degli studenti delle scuole universitarie di design della sezione Targa Giovani, selezionati tra 283 candidature. Una selezione come sempre particolarmente attenta alla qualità, individuata dalle parole chiave del Design Memorandum 2.0, il manifesto del progetto promosso dall’ADI nel 2013. Tra queste l’intelligenza, la competenza, il rigore, ma anche l’aspirazione al bene comune e alla bellezza.

L’obiettivo di sempre, ma soprattutto di oggi, è lo sviluppo sostenibile e responsabile. Tra i prodotti si distinguono, accanto ai 46 destinati alla casa (arredamento e illuminazione), le 21 iniziative di design sociale (la categoria di più recente introduzione nell’Index). Particolarmente numerosi anche i prodotti per la mobilità e per il lavoro (18 per ciascuna categoria), quelli di comunicazione (17) e il design dei servizi (16). Significativa anche la presenza della ricerca, a riprova della continuità dell’impegno dei progettisti e delle imprese nell’innovazione: 12 tra saggi teorici e iniziative editoriali, e 11 ricerche applicate destinate alle imprese. Un panorama positivo, distribuito con caratteristiche diverse lungo tutti i 1.300 chilometri della penisola.

Alla conferenza stampa per ADI è intervenut0 il presidente Luciano Galimberti, che ha sottolineato come oggi la responsabilità sociale del design e di chi lavora in questo settore sia un principio fondamentale: “Il design è sintesi, non disciplina tecnica. Selezionare la qualità del design perciò implica la conoscenza del contesto sociale, economico, tecnologico in senso lato. L’obiettivo dello sviluppo responsabile, che Index e Compasso d’Oro si pongono oggi,

implica orientare il giudizio in questo senso, in tutta la diversità qualitativa del design che si fa in ogni parte d’Italia“.

Francesco Zurlo, professore alla Scuola del Design del Politecnico di Milano e membro del Comitato tecnico-scientifico che coordina le attività dell’ADI Design Index, ha poi parlato dei risultati: 239 prodotti selezionati nelle 13 categorie, tra cui alcuni specificamente progettati e realizzati per contrastare la pandemia: “L”Osservatorio è un sismografo dell’evoluzione della società italiana, e per questo tanto più significativi sono i settori che quest’anno hanno avuto un maggior numero di selezioni. Tra questi la Mobilità, che parla del cambiamento della vita nelle nostre città, ma soprattutto la Ricerca teorica e la Targa Giovani, che indicano un’atmosfera di riflessione e di fermento nella riflessione sul design e nella scuola”.

ADI Design Index 2020 ha il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e di Regione Lazio, Regione Lombardia, Città metropolitana di Milano, Comune di Milano, FederlegnoArredo, Confindustria Lombardia. La mostra si trasferirà a Roma dal 28 giugno al 2 luglio alla Casa dell’Architettura – Acquario Romano, piazza Manfredo Fanti 47.

Tra i prodotti del settore arredobagno presenti possiamo citare:

  • Byobu, Momoko by Antrax IT / Design: Marc Sadler
  • Eve by Tubes Radiatori / Design: Ludovica + Roberto Palomba
  • Iride by Corneli / Design: Francesca Corneli
  • Iunix by Provex Industrie / Design: Provex Design Studio
  • JK21 by Rubinetterie Zazzeri / Design: Fabrizio Batoni – Studio Batoni
  • Kore by Arblu / Design: Alberto Collovati (protagonista della cover del numero 325 del Bagno Oggi e Domani!)
  • P’tit by Rexa Design / Design: Monica Graffeo
  • Secret System by Albatros / Design: Claudio Papa

L’elenco completo è consultabile a questo link.

Il catalogo dell’edizione 2020 di ADI Design Index si può acquistare sul sito ADI.

 

production mode