È online il numero #327 del Bagno Oggi e Domani

È possibile scoprire da oggi i tanti contenuti editoriali del nuovo numero del magazine. Nella versione digitale non perderti i contenuti multimediali disponibili.

Il nuovo fascicolo #327 del Bagno Oggi e Domani è on-line nella versione digitale e in distribuzione nella versione cartacea. Un numero da sfogliare e leggere subito, ricco come sempre di contenuti unici e esclusivi, frutto del grande lavoro di ricerca e approfondimento della nostra Redazione.

 

Protagonista di questo numero è la collezione dei vasi Astra by Flaminia. Le sue peculiari caratteristiche sono la caduta a terra, severamente dritta e precisa come quella di un edificio, e le sue rotondità, comprese quelle interne per fare scivolare bene l’acqua. La palette messa a punto per Astra è composta da tinte molto naturali, pensate per accostamenti che risultino facilmente in armonia con i materiali tipicamente utilizzati nella stanza da bagno, come marmi, piastrelle, resine. Inquadra la copertina con la App EG (Experience Gate) e guarda la collezione da altre prospettive. Atterrando sulla landing potrai accedere a un video esclusivo con Giulio Cappellini, art director di Flaminia, che ci ha accolto nello showroom di via Solferino per raccontarci la “metafisica” delle linee e dei colori dei sanitari Astra.

Per la serie PRODUCT meets PROJECT Patricia Urquiola, architetto e designer, racconta al Bagno Oggi e Domani la sua visione progettuale e come ricerca continua e condivisione siano i mantra nel suo lavoro. Aldo De Vivo questo mese esplora il concetto di bagno diffuso, che rappresenta una nuova visione dell’abitazione in cui questa stanza interagisce, spazialmente e visivamente, con gli altri ambienti della casa. Un ampio speciale viene poi dedicato a Cersaie 2021 con le tantissime novità in esposizione. Con Concetta Mastrolia e Giuseppe Reale, rispettivamente AD e Responsabile Marketing di Damast, si parla del futuro dell’azienda. C’è anche l’avvincente racconto della storia dell’azienda Scavolini e del suo fondatore Valter che l’ha trasformata da piccola bottega artigiana alla grande realtà imprenditoriale di oggi.

E molto altro ancora. 

 

production mode